I workshop de LALTALENA

Landscape Photography di Luca Rotondo



LALTALENA propone il workshop di Luca Rotondo:
Landscape Photography

L'intento del workshop è quello di fornire ai partecipanti un adeguato seppur sintetico bagaglio di immagini di riferimento che ben rappresentino I buoni stilemi della fotografia di architettura e di paesaggio urbano. Vedremo come rappresentare un edificio nella sua singola specificità e come inserirlo invece in una analisi più ampia che lo vada a leggere in relazione al paesaggio circostante, comprendendo visivamente le relazioni spaziali all'interno di un ambiente urbano. Si apprenderanno le tecniche alla base della fotografia di architettura, l'utilizzo delle ottiche decentrabili nella gestione della prospettiva e dell'inquadratura e le scappatoie per ottenere buoni risultati anche con le ottiche normali. In aggiunta a queste tecniche verranno fornite informazioni di postproduzione base a photoshop e utilizzo di software di importazione Raw quali Lightroom o Camera Raw.
Queste informazioni verrano subito applicate sul campo lavorando nei due giorni su due edifici della zona, differenti per tipologia e contesto.
Con una lettura portfolio i partecipanti avranno altre opportunità di confronto, crescita ed analisi critica delle immagini e dei lavori precedentemente prodotti.


Programma del corso:

PRIMO GIORNO - Mattina
Teoria 1 - Visione e commento tecnico e progettuale di alcune foto di paesaggio urbano di grandi autori Italiani (BIANCO E NERO: Basilico, Introini COLORE: Campigotto, Castella) e analisi foto di architettura commerciale (Hufton+Craw, Iwan Baan...)
Teoria 2 - Familiarizzazione con le ottiche decentrabili e basculanti e loro comparazione con i sistemi ottici tradizionali nella produzione dell'inquadratura e nel calcolo della profondità di campo. Utilizzo di ottiche tradizionali e tilt-shift per la ripresa nella fotografia di architettura, approfondimenti su gestione prospettica, "regole" da seguire nella creazione dell'inquadratura e variabili da tenere in considerazione quando non si è in possesso di un'ottica decentrabile, ma si vuole raggiungere un risultato in ogni caso adeguato.
- Pomeriggio Uscita pratica
Ripresa dell'edificio IULM sito in Via Carlo Bo e sua connessione con il quartiere limitrofo.
La prima parte del lavoro su questo edificio verrà dedicata alla rappresentazione dello stesso in relazione al paesaggio circostante esplicitandone la relazione paesaggistica ed urbanistica con in quartiere.
La seconda parte sarà dedicata ad una rappresentazione più ravvicinata del palazzo, più votata all'esaltazione di forme, linee, prospettive e dettagli in cui verranno maggiormente applicate le regole apprese in mattinata.
SECONDO GIORNO - Mattina
Uscita pratica Come pomeriggio precedente, ma sull'edificio della scuola di design di Via Sant'Ander.
- Pomeriggio
Teoria 1 - Editing delle immagini scattate dai partecipanti. Prove di post-produzione e correzioni prospettiche. Esempi di postproduzione in caso di fotografie in bianco e nero.
Teoria 2 - Lettura portfolio. I partecipanti presenteranno un proprio portfolio immagini che varrà criticato, corretto, incoraggiato.


Dove e quando:

Costi e orari: 229 euro iva inclusa - E' richiesto l'acconto della metà al momento dell'iscrizione
Quando: il 21 e il 22 maggio 2016 - orario 09 - 13 / 14 - 18
Dove: presso Laltalena in via Ambrogio Binda 7, Milano
Il workshop è confermato al raggiungimento del numero minimo d'iscritti
Sei interessato? Compila il form o contattaci tramite email


L'insegnante Luca Rotondo:

Luca Rotondo, giovane fotografo milanese, comincia, dopo studi classici ed economici, a dedicarsi attivamente alla fotografia nel 2010 e tre anni dopo si diploma con il lavoro di tesi ed il libro "Ipotesi di paesaggio" con la curatela della critica d'arte e storica della fotografia Angela Madesani.
Collabora nel tempo con architetti e progettisti, aziende e agenzie di comunicazione, lavora nel mondo dell'editoria e pubblica su Interni magazine, Domus, Living, IO donna, D di Repubblica, Planum e Fotografi. Nel 2015 si dedica a lungo al tema EXPO producendo diversi lavori di approfondimento sull'argomento ed operando come fotografo ufficiale del padiglione Russia con collaborazioni aggiuntive con Cina, USA e Regione Lombardia. Nel 2015 vince la XII edizione del premio Amilcare Ponchielli indetto dal GRIN (gruppo redattori iconografici nazionale) con il progetto Metropolitan Lullabies: il racconto discreto della relazione affettuosa che si crea tra la città e i senza tetto che con essa condividono le notti. Dal 2016 è titolare della cattedra di landscape photography presso l'Istituto Europeo di Design Diverse sono le partecipazioni a mostre personali e collettive ed alcune sue opere fanno parte della collezione Bracco.
Sito personale